Biochimica Clinica
CCLM
Area soci
Non possiedi o non ricordi la password!
Clicca qui
Polizza assicurativa
Variabilità extra-analitica

Coordinatore:
Davide Giavarina (Vicenza)
e-mail: davide.giavarina@ulssvicenza.it

 

Vice-coordinatore:
Giuseppe Lippi (Verona)
e-mail: giuseppe.lippi@univr.it

 

Il GRUPPO DI STUDIO SULLA VARIABILITA’ EXTRA-ANALITICA si è costituito nel 2006 come gruppo intersocietario SIBioC SIPMeL e riunisce diversi professionisti di laboratorio delle due Società Scientifiche.

Il GdS svolge le sue attività essenzialmente attraverso la Rete WEB, mediante scambio comunicazioni  o di documenti elaborati da un gruppo ristretto e poi sottoposti alla revisione generale di tutti i componenti del gruppo disponibili. Una riunione generale può essere convocata in corrispondenza del congresso Nazionale SIBioC.
 

Obiettivi:
 

1. Promuovere una cultura della qualità per le attività pre e post analitiche
2. Effettuare una costante opera di aggiornamento scientifico nei confronti dei Soci delle rispettive Società in merito alla gestione e alla prevenzione degli errori extra-analitici

 

a. Gestire gli errori

 

i. Raggiungere un consenso sulla definizione d’errore
ii. Identificare le tipologie più frequenti d’errore e le operazioni a rischio
iii. Registrare sistematicamente gli errori
iv. Informare (non criminalizzare) i responsabili
v. Identificare ed adottare indicatori di qualità extra-analitici

 

b.   Prevenire gli errori

 

i. Dedicare più risorse all’educazione del personale sulle procedure
ii. Istruire il personale sulle tipologie più frequenti di errore
iii. Responsabilizzare gli operatori sulle conseguenze degli errori
iv. Monitorare tutte le procedure con indicatori
v. Introdurre procedure di rilevamento/prevenzione degli errori tra gli obiettivi di qualità del laboratorio

 

3. Ottenere un quadro reale della situazione nazionale in tema di variabili extra-analitiche, comprensivo della consapevolezza del problema, delle modalità attuate per prevenire, affrontare e risolvere individualmente le potenziali fonti di incertezza
4. Identificare le variabili extra-analitiche in grado di influenzare maggiormente la qualità dei risultati di laboratorio
5. Proporre documenti di consenso, suggerimenti, raccomandazioni e linee guida in materia.
6. Disseminare le informazioni mediante “documenti” e “comunicazioni” sulla Riviste Societarie ed agli incontri Societari da parte dei componenti.

 

Metodologie:

 

1. Svolgimento di indagini conoscitive sulla situazione nazionale in tema di variabili extra-analitiche,

·         Casistica e tipologia degli errori
·         Prevenzione degli errori extra-analitici
·         Gestione degli errori extra-analitici
·         Utilizzo degli indicatori

2.   Stesura di documenti di consenso, suggerimenti, raccomandazioni e linee guida sulla buona pratica extra-analitica
3.   Comunicazione e diffusione delle informazioni su siti Internet e pubblicazioni scientifiche
4.   Creazione di gruppi di lavoro per sviluppo di nuove iniziative ed attività del GDS
5.  Sperimentazioni, anche in multicentrica e in collaborazione con altri gruppi di studio, per l’identificazione e la quantificazione delle variabili pre-analitiche importanti.
6.  Validazioni mono o multicentriche di nuove soluzioni o strumenti correttivi, in grado di ridurre l’impatto delle variabili extra-analitiche

 

Scarica la  PRESENTAZIONE ATTIVITA’ Anno 2017-18