Biochimica Clinica
CCLM
Area soci
Non possiedi o non ricordi la password!
Clicca qui
Polizza assicurativa
Diabete Mellito

Coordinatore:
Andrea Mosca (Milano)
e-mail: andrea.mosca@unimi.it

 

Vice Coordinatore:
Alessandro Terreni (Firenze) 
e-mail: terrenia@aou-careggi.toscana.it

 

Il Gruppo di Studio Diabete Mellito si è costituito nel 2003 e riunisce diversi professionisti di laboratorio ed esperti delegati delle due Società Scientifiche di Diabetologia SID ed AMD. Il GdS si riunisce generalmente almeno due volte all’anno, una delle quali in occasione del congresso Naionale SIBioC e l’altra in sedi diverse, secondo la disponibilità degli sponsor.

 

Obiettivi

  1. Effettuare una costante opera di aggiornamento scientifico nei confronti dei Soci delle rispettive Società in merito a novità nel campo diagnostico-analitico relativo alla malattia diabetica
  2. Organizzare e tenere periodicamente corsi di formazione e aggiornamento su percorsi diagnostico-terapeutici
  3. Mettere a punto linee guida e raccomandazioni clinico-laboratoristiche di rilievo nella patologia diabetica
  4. Valutare l’effettiva implementazione ed il rispetto delle linee guida
  5. Aggiornare periodicamente i documenti prodotti

 

Metodologie

  1. Svolgere indagini conoscitive su:
    • metodologie analitiche
    • intervalli di riferimento e valori decisionali
    • controlli di qualità e VEQ
    • temi d’attualità
  2. Comunicazione e diffusione delle informazioni su siti Internet dedicati
  3. Creazione di gruppi di lavoro per sviluppo di nuove iniziative ed attività del GDS
  4. Riunioni periodiche di verifica dello stato di avanzamento dei lavori e di programmazione
  5. Validazioni multicentriche di nuova strumentazione o test diagnostici

 

Programma per il biennio 2017-2018

  1. Promuovere l’armonizzazione della parte pre-analitica e post-analitica degli esami che riguardano la patologia diabetica, con particolare attenzione alla medicina di genere.
  2. Sperimentare nuovi anticoagulanti per ridurre la variabilità pre-analitica della glicemia.
  3. Monitorare l'implementazione della standardizzazione IFCC dell'HbA1c mediante:
    • promozione di un referto standardizzato
    • effettuazione di una campagna di informazione diretta ai pazienti ed ai medici di medicina generale
    • collaborare con provider di VEQ per esercizi pilota con sangue intero fresco
  4. Promuovere strumenti adeguati per migliorare la diagnosi del LADA mediante:
    • Effettuazione di una campagna di sensibilizzazione per il corretto uso dei test per la misura degli autoanticorpi.
    • Progettazione di una VEQ pilota per autoanticorpi (GAD, IAA-2).
  5. Sviluppare una raccomandazione per l’utilizzo dei glucometri in ambito ospedaliero.
  6. Produrre documenti per la gestione delle ipo- e delle iper-glicemie in ambito ospedaliero.
  7. Valutare il possibile utilizzo dell’1,5-anidro glucitolo (1,5AG) per il monitoraggio della glicemia post-prandiale.

Scarica la  PRESENTAZIONE ATTIVITA’ Anno 2017-18