Biochimica Clinica
CCLM
Area soci
Non possiedi o non ricordi la password!
Clicca qui
Polizza assicurativa
La spettrometria di massa: applicazioni e innovazioni diagnostiche

Coordinatore:
Silvia Persichilli (Roma)
e-mail: spersichilli@rm.unicatt.it

 

Vice-Coordinatore:
Carlo Artusi (Padova)

 

Il gruppo di studio “La spettrometria di massa: applicazioni e innovazioni diagnostiche” nasce in occasione del 43° Congresso Nazionale SIBioC come evoluzione del Gruppo di Studio “Proteoma in Biochimica Clinica” coordinato dalla professoressa Marzia Gallie Kienle. Lo scopo del gruppo è quello di allargare gli interessi del gruppo precedente verso le applicazioni cliniche della spettrometria di massa.

 

La spettrometria di massa, in particolare accoppianta alla cromatografia liquida ad alte prestazioni (HPLC-MS/MS) ha guadagnato popolarità negli ultimi 10 anni non solo per scopi di ricerca ma anche per una vasta gamma di applicazioni in ambito chimico clinico

 

La peculiarità della spettrometria di massa rispetto ad altre tecniche è l’elevata specificità, un ampio range di applicabilità dalle piccole alle grandi molecole, la possibilità di effettuare un’analisi di più parametri contemporaneamente e la possibilità di sviluppare metodi robusti e versatili in un tempo relativamente breve. Rispetto alla spettrometria di massa accoppiata alla cromatografia in fase gassosa (GC-MS) la HPLC-LC-MS/MS risolve i problemi derivanti dalle procedure di preparazione del campione.

 

Attualmente l’HPLC-LC-MS/MS trova principali applicazioni nella valutazione dello screening neonatale, in campo farmacologico per l’analisi di immunosoppressori e in campo forense nella determinazione delle droghe d’abuso, ma numerosi studi evidenziano le potenzialità per uno sviluppo esponenziale nel campo chimico-clinico.

 

Come detto il principale punto di forza dello spettrometro di massa è la specificità quasi assoluta.

 

Il metodo infatti si basa sulla quantificazione delle molecole in base alla loro massa molecolare, o meglio in base al rapporto massa/carica (che per piccole molecole monocarica coincide con la massa molecolare) e in base al loro specifico modo di frammentarsi in seguito all’impatto con un gas. La massa rappresenta una caratteristica assoluta delle molecole e la reazione di frammentazione è caratteristica delle molecole in base alla loro struttura chimica. Lo spettrometro di massa tandem può selezionare masse specifiche e specifiche transizioni ad esse correlate mediante (Highly Selected Reaction Monitoring) permettendo l’identificazione di analiti senza interferenze. La cromatografia liquida aggiunge un ulteriore grado di separazione delle specie contenute nella matrice conferendo un ulteriore grado di selettività ai metodi in spettrometria di massa tandem.

 

Data la relativamente scarsa diffusione di questa tecnologia nei laboratori di analisi, uno dei principali obiettivi del gruppo di studio è la formazione rivolta sia al personale tecnico che al personale laureato.

 

Come coordinatore del gruppo, ho ritenuto cruciale la collaborazione con la Divisione di Spettrometria di Massa della Società Chimica Italiana allo scopo di unire le competenze caratteristiche di due società scientifiche prestigiose.

 

Nell’ambito delle attività del gruppo di studio riveste un ruolo chiave la diffusione di documenti e lo scambio continuo di esperienze, informazioni inerenti i temi principali come ad esempio la valutazione del controllo di qualità interno ed e esterno e le procedure di accreditamento. Per questo motivo saranno creati dei sottogruppi coordinati da membri attivi con lo scopo di realizzare al meglio questa attività di diffusione e di scambio. 


Scarica la  PRESENTAZIONE ATTIVITA’ Anno 2017-18